Coronavirus, eliminare il doppio tampone non basta

Lettera150: eliminare il doppio tampone non basta. Va rivista la quarantena anche per i malati Covid-19. Il Ministero della Salute, sulla base delle ultime indicazioni del Cts, si accinge finalmente a rivedere la politica per il termine dell’isolamento domiciliare nei pazienti affetti da Covid-19. Ma non basta. “Eliminare il secondo tampone positivo e prevedere una Continua a leggere

Scuola al via, Lettera150: il decalogo per la ripresa in sicurezza

In molte regioni riprendono ufficialmente le lezioni. Lettera150, il think tank a cui aderiscono circa 250 accademici di diverse discipline, ha elaborato un decalogo per la ripresa in sicurezza, dalla misurazione della temperatura da farsi anche a scuola alla sanificazione dell’aria sugli scuolabus. “C’è la consapevolezza che ripartire è necessario anche se non è facile. Continua a leggere

Coronavirus, Lettera150: rischio quarantene prolungate e spreco di tamponi

La ripresa delle attività scolastiche e l’avvicinarsi dell’autunno rendono urgente organizzare la macchina pubblica per procedere con tamponi su vasta scala così da individuare subito gli infetti, isolare i focolai sul nascere ed evitare il riesplodere dell’epidemia. Il virologo Andrea Crisanti ha stimato che potrebbe essere necessario in questa fase processare fino a 400 mila Continua a leggere

Dl semplificazioni: schiaffo del governo a professori universitari e ricercatori

E’ stata stralciata dal maxiemendamento del Dl Semplificazioni al Senato la norma, già approvata in commissione , che consentiva anche ai docenti universitari e ricercatori di poter svolgere attività di consulenza senza la spada di Damocle di interpretazioni divergenti delle varie Corti dei conti regionali. A denunciarlo in un documento, Lettera150, il think tank che Continua a leggere

Le mascherine proteggono. Bisogna usarle e saperle usare.

Con settembre riprenderanno molte attività lavorative e la scuola riaprirà i battenti dopo mesi di stop. Milioni di persone dovranno tornare a muoversi ad orari determinati, utilizzando mezzi pubblici e frequentando luoghi affollati. “Fattori che rischiano di avere, se non gestiti correttamente, un forte impatto sulla diffusione del coronavirus. Ecco perché è decisivo che si Continua a leggere