Flat tax, Lettera150: non viola la Costituzione. E aiuta le famiglie

“La Commissione europea ha denunciato l’insostenibilità della tassazione italiana sul lavoro. Ha altresì denunciato, nella stessa Raccomandazione, la forte discontinuità fra le aliquote marginali delle imposte sul reddito delle persone fisiche. È dunque sempre più necessaria una flat tax che riduca quella discontinuità, una riforma che produrrebbe diversi benefici: incrementare i redditi reali degli italiani, Continua a leggere

Ambiente, Lettera150: Bene la transizione ecologica ma tutelare aziende e lavoratori

“Bene la transizione ecologica, ma allo stesso tempo è assolutamente necessario tutelare le aziende e il lavoro e considerare che oggi la produzione delle batterie e delle terre rare vede una posizione egemone della Cina. Per questo occorre prevedere investimenti per la riconversione delle nostre industrie della componentistica, delle filiere dei motori diesel e a Continua a leggere

Catasto e affitti, sventato attacco al patrimonio degli italiani

“Sventato attacco al risparmio immobiliare degli italiani”. Così Lettera150, il think tank costituito da circa 300 docenti universitari, che saluta con favore l’accordo raggiunto in seno al governo Draghi, in merito alla delega fiscale, grazie in particolare alla decisa azione politica di Matteo Salvini che ha condotto in prima persona la trattativa con il Presidente Continua a leggere

Affitti, Lettera150: aumento cedolare impoverisce ceto medio. Il governo ci ripensi

L’incremento dell’aliquota della cedolare secca sugli affitti rischia di avere effetti gravi sull’economia italiana, in generale, e sul ceto medio, in particolare. A dirlo Lettera150, il think tank costituito da oltre 300 accademici, in un appello al Governo perché non inserisca nella delega fiscale in discussione in Parlamento anche la revisione della cedolare.“L’imposizione fiscale sulla Continua a leggere

Catasto: la riforma farà salire la tassazione

‘Stupisce che proprio mentre la guerra è in Europa, in un momento in cui dovrebbe essere massima la coesione nazionale, il governo minacci la crisi su un tema altamente divisivo che non appartiene neppure al programma concordato quale quello del catasto”. Così Lettera150, il think tank costituito da oltre 300 tra professori universitari, magistrati, professionisti. Continua a leggere